La realtà aumentata è una realtà potenziata e arricchita di informazioni e percezioni a livello sensoriale, da un elaboratore.

hoololens

Le componenti che permettono l’arricchimento della realtà sono aggiunte attraverso device come smartphone, tablet, pc dotati di fotocamera, e, in modo più specifico, da visori per potenziare la vista, auricolari per potenziare l’udito, o guanti potenziare per il tatto.

Questa realtà non deve essere confusa con quella virtuale, che immerge la persona in un mondo non reale e completamente isolato. Le informazioni della realtà aumentata, invece, interagiscono con l’ambiente circostante sovrapponendosi senza nasconderlo.


Guarda gli ambiti di applicazione cliccando qui

Guarda come funzionano i Google Glass


Utilizzo

L’uso di questa tecnologia può essere ludico o a livello professionale. Nel primo caso saranno inseriti elementi finalizzati a rendere più divertente la realtà, nel secondo a renderla più chiara e funzionale alle proprie esigenze. Questa tecnologia, nell’ambiente aziendale, può essere un utile strumento per interpretare la realtà in modo più veloce ed efficace. Le informazioni aggiuntive

sono, infatti, “inserite” in tempo reale.

La realtà aumentata non comporta necessariamente un “aumento” delle informazioni, in certi casi, è utilizzata per diminuire il rumore delle informazioni inutili.

Tipologie

La realtà aumentata, oltre a inserire informazioni e percezioni palesemente virtuali, può inserire nel mondo circostante anche degli ologrammi più complessi che si confondono con la realtà circostante, modificandola. Per esempio, in una stanza, è possibile vedere una crepa sul muro o un incendio virtuali, diminuendo la distanza tra il mondo fisico e virtuale.

 

Nella vita quotidiana l’AR potrebbe risultare comoda per simulare ambienti non ancora esistenti, come i mobili in una casa da arredare, consultare informazioni in modo istantaneo, orientarsi, ecc.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *